• La forma amorosa
La forma amorosa

La forma amorosa

Ma è davvero possibile la difesa di una donna, una Regina, colpevole di essersi data, per la più lussuriosa delle passio ni, ad un Toro? Ed è possibile che un Re come Minosse, saggio al punto da far costruire un labirinto per rinchiudervi il mostruoso frutto di quell'immondo accoppiamento, si riveli ad una vista ravvicinata il vero responsabile di quella fine dell'età dell'innocenza che oscurò per sempre Creta, ultima isola felice del Mediterraneo? È questo uno degli innumerevoli enigmi, che Safhir, un giovinetto fenicio, insieme alla sensuale e splendida Clamidia, dovrà risolvere. Lo farà entro un viaggio iniziatico e fantasmagorico dove sogno, provocazione, erotismo, denuncia e conoscenza si armonizzeranno nell'utopica visione di un'umanità altra. Ma non si tratta di una regressione in un sogno perduto. In un tempo finito per sempre. Ma di una prepotente e lussureggiante provocazione - come ha notato la scrittrice Orsini Natale - nel tentativo di riprendere i fili di un cammino interrotto per colpa o per sfortuna. Vedi di più