• Ininterrottamente Inter. Entomologia di un'epopea
Ininterrottamente Inter. Entomologia di un'epopea

Ininterrottamente Inter. Entomologia di un'epopea

Una partita di calcio come nessuno l'ha mai raccontata. Marco Ardemagni, componente storico del gruppo di "Caterpillar" (Radiodue), descrive secondo per secondo la finale di Champions League tra Inter e Bayern Monaco, giocata al Bernabeu il 22 maggio 2010. Ogni giocata, ogni movimento, ogni interazione tra i giocatori vengono passati al microscopio. Alla base di un esperimento così "folle" c'è un fondo filosofico: la ricerca e la messa in evidenza di momenti che di solito sfuggono a commentatori e tifosi, ma che nell'economia di una partita si rivelano decisivi. Come l'istante magico e rivoluzionario in cui una squadra perde il pallone che le costerà la sconfitta. Il testo viene accompagnato da 94 prefazioni, anzi "Interfazioni", scritte da amici dell'autore, come Claudio Sabelli Fioretti, Antonio Di Bella, Gad Lerner, Cristiano Militello e Stefano Bartezzaghi. Novantaquattro, non a caso: sono i minuti della partita del Bernabeu, dal fischio d'inizio a quello finale. Vedi di più