• Giochi... con me? Una mamma racconta
Giochi... con me? Una mamma racconta

Giochi... con me? Una mamma racconta

Se la vita ha il contenuto di una fiaba, significa che è inventata oppure la protagonista ha qualcosa di singolare! E, i l mezzo che ho trovato per prendervi per mano per conoscere la disabilità e i nostri bambini, è appunto questo testo. Il volume si prefigge di focalizzare l'attenzione su come, col gioco si può trovare un punto di contatto fisico e affettivo, attraverso la comunicazione "non verbale" che mira a creare un rapporto di sintonia ed empatia. Poiché l'industria del giocattolo ha "occasione di consumo e non di azione" il bambino disabile ha poco da scegliere, ecco il materiale di sviluppo della Montessori e i laboratori di Munari. Di fronte a delle situazioni di handicaps, ci sono scarse capacità di gioco spontaneo, per cui è stato necessario porsi la domanda: Come fare questo gioco includendo mia figlia Monica? I bambini disabili, pur considerandoli di natura fragile, sono dotati di grandi energie creative, tanto da relazionarsi con la gioia al gioco, accettando e compiendo attività gioiose sollecitate dagli adulti. Vedi di più