• L' ibrido e il doppio
L' ibrido e il doppio

L' ibrido e il doppio

Sacro e profano, cielo e terra, anima e corpo, eros e amore. Ma anche maschile e femminile, coscienza e inconscio, ragio ne e follia, rappresentazione e immaginazione e altro ancora. Esiste un'estetica della conciliazione, per quanto inafferabile e incompiuta? La caduta nella forzatura dell'ibrido e nell'angoscia dello sdoppiamento, è forse una fatalità inespugnabile? L'Angelo, la Ninfa, il Genio, sono qui individuate come figure - religiose, mitiche, letterarie ed estetiche - di quella dimensione enigmatica dell'esperienza in cui filtra una forza (grazia e seduzione, inestricabilmente) che riapre i giochi della conciliazione cercata. Vedi di più